Che cosa sarebbe successo se..?

Ogni tanto ti ritrovi a rimuginare su accaduti passati. Pensieri come “e se avessi fatto in modo diverso?” oppure ” e se avessi parlato in un’altro modo?”, ti possono portare nel passato e riempirti di rimpianti e rimorsi! I “se..” sono pericolosi! Il nostro passato è ciò che di meglio abbiamo, e dobbiamo rispettarlo. Esso ci ha reso le persone che siamo oggi. Avvenimenti e persone del passato vanno ringraziati e perdonati, nel caso delle persone, perchè essi sono passati per insegnarci qualcosa, e qualsiasi cosa sia stata doveva accadere! Sta a noi coglierli e saperne fare buon uso! Non dobbiamo distruggerci il presente pensando al passato in modo negativo, bensì dobbiamo viverci il presente modificandolo a seconda degli errori passati affinchè non ci sia più il rischio di rifarli! Vi siete messi ad elencare e ad analizzare i vostri errori passati, senza rimpiangerli? Dovrebbe essere un bell’esercizio!  Alcune cose è meglio non saperle, come per esempio questi benedetti “se..?”, alcune domande è meglio non farcele! Dobbiamo imparare a farci le domande giuste per esempio:” che cosa avrò sbagliato quando ho perso quella persona? Riguardati l’errore affinchè tu non possa più commetterlo! Le persone entrano nella nostra vita per insegnarci qualcosa, a maggior ragione se esse se ne vanno, così accade anche con le situazioni. Siamo noi che dobbiamo trarre insegnamento da tutto ciò che ci accade perchè nulla accade per caso. Tutto ciò che accade, lo fa per un motivo e quel motivo è ben preciso e mira a un insegnamento, e se tu non impari continuerà a capitarti finchè non lo avrai appreso. Per questo domande inutili non hanno un senso logico, paranoie mentali come si pronuncia Giulio Cesare Giacobbe! E come facciamo a non farcele? La via più idonea è la gratitudine e il perdono! Io perdono quel qualcuno che è entrato nella mia vita facendomi del male; d’altronde lui/lei è stata una nostra scelta nel momento in cui lo/la abbiamo fatto entrare nella nostra vita, e io ringrazio per tutto ciò che di male ci ha fatto perchè quel male ci ha insegnato quella determinata cosa che noi dovevamo imparare per passare al livello successivo! Impariamo a ringraziare sempre, non solo per le cose belle, perchè un lato bello c’è sempre in qualsiasi persona e in qualsiasi circostanza, ma noi non lo vediamo, non perchè siamo ciechi, perchè non abbiamo sviluppato la sensibilità necessaria per percepire le persone e questa sensibilità viene usualmente chiamata empatia ( capacità di mettersi nei panni degli altri), per alcuni è ereditaria e col tempo si rafforza, per tutti gli altri invece con un pizzico di impegno in più possono svilupparla nel modo appropriato!

Che cosa sarebbe successo se..?ultima modifica: 2017-05-04T22:29:11+02:00da ankiegolo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento